sabato 7 agosto 2010

Ferie al risparmio? Venite in Bulgaria...

Notizie e consigli buttati giù alla rinfusa, per chi vuole trascorrere una  vacanza in Bulgaria:








Teatro romano di Plovdiv


  1. La moneta ufficiale è il leva. Un euro vale quasi il doppio: 1,95 leva.
  2. Quando si entra in Bulgaria bisogna acquistare subito la "venetka". Questa dà diritto a circolare in auto per tutto il Paese. Vi consiglio di acquistare quella mensile. Mi sembra che costi 25 leva. Se vi trovano sprovvisti vi faranno la multa.
  3. L'autostrada non si paga, almeno per adesso.
  4. Si può arrivare in tre modi: in aereo a Sofia, qui si trovano voli per Varna e Burgas; in auto attraversando la ex-Jugoslavia; sempre in auto ma partendo in traghetto da Bari, Brindisi o Ancona per Igoumenitsa in Grecia e da lì arrivare in Bulgaria (tutta autostrada, 2 euro).
  5. Passaporto o carta di identità.
  6. Per gli amanti del mare, sul Mar Nero troveranno alberghi, piscine e spiagge meravigliosi, discoteche e locali per divertimento; altrimenti giro turistico del Paese visitando città, siti archeologici, monasteri e luoghi naturali stupendi (meglio portare con sé una guida della Bulgaria e una cartina stradale).
  7. Prima di partire ricordarsi di comprare profumi, oli, saponi e acqua di rose, nonché la buonissima marmellata di rose. Sono ottimi prodotti, costano molto poco e potete fare dei bei regali a buon mercato. La Bulgaria è uno dei maggiori Paesi produttori di olio di rose. Da visitare e percorrere la magnifica Valle delle Rose, dove si coltivano e si lavorano.
  8. Per i pasti non cercare ristoranti italiani, ma gustare la cucina bulgara che è molto buona, con insalate da sturbo che qui usano come fossero un antipasto, secondi a base di maiale, pollo e verdure, molto gustosi. Vitello o manzo se ne trova poco e spesso non è tenero.
  9. Ricordatevi che i bulgari sono l'unico popolo che ha il "sì" e il "no" opposti agli altri. Quindi se un bulgaro abbassa la testa a una domanda vi sta dicendo "no", se invece muove la testa a destra e sinistra dice "sì". E' molto probabile che il turista, prima di abituarsi, sia già sul piede di partenza.
  10. I "bidet" qui non esistono neanche nei migliori alberghi. Se ne trovate qualcuno siete fortunati.
  11. Il costo della vita in Bulgaria è al massimo la metà di quello italiano, quindi per ristoranti e alberghi si spende molto meno che in Italia.
  12. Se venite in auto state molto attenti alle strade: si possono trovare buche più profonde di quelle italiane.
  13. Portate sempre con voi la Carta Sanitaria Europea, sperando di non averne bisogno. 00359-2-9217300 è il numero telefonico della nostra ambasciata a Sofia.
  14. Ultimo, ma non ultimo, se avete problemi con i denti, informatevi - se ne avete la possibilità e sempre con le dovute precauzioni - sui costi. Vi accorgerete che rispetto ai prezzi italiani, c'è un abisso di risparmio.



In questo momento non mi sovvengono altri consigli. Chiunque abbia dubbi o domande senza risposta, comunque, può spedirmi una e-mail e sarò felice di rispondergli.

In ogni caso, Buone Vacanze, ovunque andiate...

La Cattedrale Alexandar Nevski a Sofia

Statua a Vasil Levski, eroe nazionale bulgaro

Panorama di Veliko Tarnovo

Veduta di Nessebar

Sunny Beach


  


Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento