domenica 23 gennaio 2011

Non praevalebunt

C'è Ruby e Ruby, questione di etica
Oggi, finalmente, il cerchio si è chiuso. Cominciavo a pensare che l'ultimo tassello restasse vuoto e invece oggi il novello Zarathustra ha parlato. Saviano, mentre riceveva la laurea honoris causa dall'Università di Genova, non ha potuto esimersi dal dedicarla, per solidarietà, ai piemme milanesi che indefessamente, da diciassette anni (dandosi il cambio in Parlamento), cercano di abbattere il male assoluto, Berlusconi.
Se non fosse per l'inutile baccano che creano mediaticamente, direi che ormai la stolida monotonia sinistrorsa non fa neanche più notizia. I personaggi sono sempre gli stessi: il mostro Berlusconi, così pure i mastro Titta che vorrebbero decapitarlo: i pupari della Procura di Milano imbastiscono la canizza e i pupi dell'opposizione iniziano a latrare. Bersani, Di Pietro, Casini, l'iscariota, Vendola, Saviano, Santoro, Travaglio, ecc. che oggi cercano nuovi accoliti nella Chiesa e nel Colle.
Una opposizione di ominicchi che, pur di far fuori il premier che non riescono a battere per via democratica, mettono il Parlamento in mano al potere giudiziario, tradendo loro, sì, una Costituzione che avrebbe urgente bisogno di riforme adeguate ai tempi che corrono. Se fosse vero quello che ha dichiarato Travaglio ad Anno Zero dovremmo avere un presidente Superman da guinness dei primati, mentre invece dobbiamo accontentarci di storie di trans, matrimoni gay, lesbiche e drogati sponsorizzati dalla sinistra.
Mi aspetto che i camaleonti sinistrorsi di questa povera Italia vadano tutti alla Santa Messa e chiedano al Santo Padre udienza speciale per proporgli la scomunica di questo vecchio bavoso a cui piacciono ancora le belle donne. Dice il Vangelo che guardano la pagliuzza negli occhi degli altri e non vedono la trave che hanno nei loro occhi.
Bersani vuole raccogliere dieci milioni di firme. Abituato alle primarie di partito, dimentica che per sostituire Berlusconi gli servono diciotto milioni di voti. Il ciarlatano traditore – speriamo anche prossimo suicida come il suo omonimo Giuda – invece di fare il Presidente della Camera fa il leader dell'opposizione nei comizi di partito, in barba al dettato costituzionale che lo vuole super partes. Vada a lezione di stile da Schifani. Vendola, che dichiarava “il diritto dei bambini ad avere una loro sessualità, ad avere rapporti tra di loro, o con gli adulti” si vergogna di quello che nel mondo pensano dell'Italia. Devo ancora capire se la vergogna è dovuta al comportamento di Berlusconi o alle sue parole. Vogliamo parlare di machine-gun Di Pietro? Un piemme che 17 anni fa voleva sfasciare Berlusconi, è riuscito a sfasciare solo la lingua italiana e aumentare le barzellette. O di Casini, l'uomo della terra di mezzo, che – lontano dal mare e dai monti – è arenato nell'arido deserto del terzo polo?
Questa è la nostra opposizione oggi. Cieca e imbecille. L'esempio del marito che si taglia le palle per fare dispetto alla moglie. Per stupido antiberlusconismo sta svendendo la sovranità del Parlamento alla magistratura, dimenticando che chiunque vada al governo domani sarà sempre soggetto a quei giudici che oggi vogliono la testa di Berlusconi. E' Berlusconi che sta tradendo la Costituzione, signor Bersani?
Ricordate, signore o presunte tali della sinistra che oggi manifestate per la dignità della donna, quando nelle piazze urlavate, per sentirvi libere, “l'utero è mio e lo gestisco io...”? Ieri queste ragazze bisognava difenderle a ogni costo, soprattutto se prostitute o disadattate, per l'emancipazione della donna. Oggi invece – ma solo se vanno da Berlusconi – sono puttane, escort, prostitute che, non avendo commesso alcun reato, possono essere additate al pubblico ludibrio. Siete voi immorali, false e bugiarde. Voi Concia, voi Melandri, voi Bindi, ecc.
E anche Lei, signor Presidente della Repubblica, con il massimo rispetto per la sua carica e perché un po' più anziano di me, pur essendo stato comunista... Lei predica, giustamente, rispetto per le istituzioni dello Stato in questa guerra che sta degradando l'Italia. Ma come Presidente della Repubblica e capo del Consiglio Superiore della Magistratura ha mai provato, almeno una volta, a richiamare all'ordine e tirare le orecchie a questi giudici che così solertemente si interessano solo a Berlusconi? O pensa anche lei che gli italiani portino ancora la sveglia al collo? Se io ho un cane che abbaia e morde la gente o trovo il modo di educarlo o me ne sbarazzo. Sperando che il cane non si rivolti anche contro di me.
Vorrei dire due paroline anche a Lei, signor Presidente del Consiglio. Provi prima di tutto a prendere un po' di benefico bromuro. Poi, essendo lei anzitutto maestro di marketing, ho il sospetto che questa persecuzione le faccia comodo, perché ogni volta cresce il consenso degli italiani nei suoi confronti, me compreso. Ma se ciò non fosse, mi permetto di darle un consiglio: ogni mattina, prima di uscire di casa, telefoni alla Procura di Milano ed elenchi loro il suo programma giornaliero e tutti i suoi appuntamenti, anche amorosi. La Procura, tranquillizzata, la lascerà in pace e non spenderà milioni di euro per intercettarla, Lei potrà liberamente trascorrere la sua giornata senza ulteriori indagini e noi italiani, soprattutto, non sentiremo più parlare di questa Boccassini che – come Di Pietro – vive solo perché lei esiste.

E per ultimo a Mons. Girotti che afferma che “questo è molto triste e grave”, vorrei ricordare le parole scritte nella testata dell'Osservatore Romano: Unicuique suum e Non praevalebunt (A ciascuno il suo e Non prevarranno). E aggiungo, sempre evangelicamente, che è più facile per un cammello entrare per la cruna di un ago che questa opposizione di sinistra possa vincere le elezioni. Forse il governo Berlusconi non sarà il migliore dei governi, ma provi a immaginare, caro Mons. Girotti, cosa ne sarebbe dell'Italia e della Chiesa con un governo di siffatta sinistra. Ha mai sentito parlare delle forche caudine?
Gli italiani dimenticheranno presto questa vicenda, mentre resterà per molto tempo nel loro cuore la storia di un'altra diciassettenne Ruby, spentasi in questi giorni in Germania per un'iniezione letale. Ma quella è una storia di cani, una storia d'amore, che non ha nulla a che vedere con le miserie umane della sinistra italiana.



Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

16 commenti:

  1. vivo in bulgaria dal 1993, sono cittadino bulgaro dal 2001, profondamente cattolico, ma leggere il suo post sulla vicenda berlusconi mi ha messo tanta tristezza nel cuore....
    Questo signore ha preso in giro gli italiani, soprattutto l'elettorato cattolico, e la cosa più triste è che gli stessi cattolici non se ne siano accorti....
    Che tristezza.... Vincenzo

    RispondiElimina
  2. Caro Vincenzo, ti rispondo con la stessa pacatezza ed educazione con la quale hai espresso il tuo dissenso nei riguardi del mio pensiero e quello di milioni di italiani. Spero tu abbia visto - io lo sto vedendo in questo momento - lo speciale del tg1 che stanno trasmettendo adesso ore 1.20 bulgare. Racconta la vicenda di Craxi quando e' scoppiato Mani Pulite. Tu venivi in Bulgaria e io l'ho vissuto in Italia. Hanno crocifisso un uomo che e' stato un grande statista, un politico che stava venti anni avanti agli altri, che avrebbe potuto ancora far tanto per l'Italia, ma la mannaia dei giudici politicizzati, rivelatisi comunisti a senso unico, lo ha costretto a scappare come un delinquente. I giudici di oggi sono ancora quelli che hanno crocifisso Craxi. Non ho mai reputato Berlusconi un santo, anzi. Ma questi giudici sono molto piu' pericolosi di Berlusconi, questi vogliono sostituirsi alla politica e creare il potere giudiziario...
    Io, caro amico (se posso permettermi), la mia vita l'ho vissuta, ma sono triste quanto te, perche' tanti italiani non riescono ancora a capire che il pericolo non e' Berlusconi, ma questi giudici... Solo il tempo e la storia potra' dire chi ha visto giusto... Buona permanenza in Bulgaria, lontano dall'odio che sta dividendoci in Italia.

    RispondiElimina
  3. http://www.repubblica.it/politica/2011/01/21/news/dieci_bugie-11473290/

    RispondiElimina
  4. http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2011/01/27/ANKbcZfE-arcore_altra_minorenne.shtml

    RispondiElimina
  5. Io sono di sinistra e lo premetto, sarei socialista se esistesse un partito socialista in italia, ma la vicenda Craxi lo ha distrutto del tutto Credo che se la storia ci insegna qualcosa è che si Craxi sia stato un politico di un certo peso ma le cui scelte compresa quella di giustificare il finanziamento illecito ai partiti di allora ha sepolto definitivamente il partito socialista. era possibile che la gente accettasse quello che era stato fino ad allora lo scandalo dei costi della politica e lo assolvesse. Se è stato capro espiatoio ha fatto certo una mossa politica sbagliatissima. Ora il suo il suo amico di allora pretende di essere un nuovo re da stato del terzo mondo dove il potente può fare tutto senza essere giudicato e per ginta presentarsi come candido rappresentante del popolo italiano tutto. Se voi di destra non siete capaci di togliervi un vecchio malato di fi...di torno e farvi un leader presentabile è un problema vostro, ma il presidente di uno stato dovrebbe essere almeno presentabile e lui non lo è da tempo per nessuno

    RispondiElimina
  6. se voi di sinistra permettereste al NOSTRO PRESIDENTE di L A V O R A R E il discorso sarebbe ben diverso.... ma siete cosi' ottusi che sapete parlare solo ed esclusivamente di gossip e da chiacchiere da pianerottolo .

    RispondiElimina
  7. ANCORA ESISTONO I comunisti ???? POVERA ITALIA... BY VITT

    RispondiElimina
  8. Qualcuno mi spiega che cosa vuol dire oggi essere di sinistra??? Forse sono stato distratto negli ultimi anni ma se non ricordo male a sinistra non c'erano i comunisti?? quelli che insieme ai verdi per il loro " anti-Berlusconismo sono stati cancellati dalla politica italiana?? Ma noo quella è storia passata, adesso c'è la nuova sinistra quella che non ha un leader, quella che non ha uno straccio di programma politico, quella che ha perso le ultime 3 votazioni, quella nelle cui fila annovera ominidi senza palle che in televisione fanno i finti moralisti, dimenticando però Marrazzo, Sirchena, Baasolino il monnezzaro, i cinesi che votano alle primarie, tutta un'altra storia però..........il vizietto dell'antiberlusconismo quello no! quello è rimasto. Continuate cosi vi prego che anche voi farete la fine "politica" che meritate. Caro Presidente tu però e smettila di portarti a letto povere verginelle di 17 anni che mai volatile hanno visto se non il tuo! Bambine che senza malizia e spregiudizio si sono trovate incastrate nelle maglie della prostituzione di lusso, hai rovinato la loro vita con quei compensi a tre zeri...adesso come fanno a prendere 30 euri sulla salaria??? Berlusconi stai tranquillo, puoi dimetterti quante volte ti pare e tante volte verrai rieletto se l'alternativa a te è quella che c'è adesso......fatti quest'altri 100 anni di governo e se ce la fai fatti anche quest'altre 100 verginelle.

    Fabio.B

    RispondiElimina
  9. Questo scriveva Giuseppe Gioacchino Belli nell'800...
    SENZA PAROLE!!!





    Mentre ch'er ber paese se sprofonna
    tra frane, teremoti, innondazzioni
    mentre che so' finiti li mijioni
    pe turà un deficì de la Madonna

    Mentre scole e musei cadeno a pezzi
    e l'atenei nun c'hanno più quadrini
    pe' la ricerca, e i cervelli ppiù fini
    vanno in artre nazzioni a cercà i mezzi

    Mentre li fessi pagheno le tasse
    e se rubba e se imbrojia a tutto spiano
    e le pensioni so' sempre ppiù basse

    Una luce s'è accesa nella notte.
    Dormi tranquillo popolo itajiano
    A noi ce sarveranno le mignotte

    RispondiElimina
  10. Altro particolare sconvolgente: Berlusconi viene informato dell’arresto durante una visita di Stato in Francia da una prostituta brasiliana. In un altro Paese, il fatto che una prostituta abbia il numero di telefono riservato del primo ministro l’avrebbe costretto alle dimissioni, ma in Italia è solo un dettaglio gustoso in un racconto più grande e lurido

    RispondiElimina
  11. In un altro paese, è impensabile che l’avvocato personale del primo ministro, che lo difende nei suoi processi penali, sia anche un membro del Parlamento che disegna leggi che potrebbero beneficiare il suo cliente più importante. Sarebbe ritenuto scandaloso che questo signore prenda tutti i mesi uno stipendio molto lauto dai contribuenti italiani ma in Parlamento rappresenti soprattutto gli interessi del suo cliente privato da cui il suo studio legale riceve molto, ma molto di più

    RispondiElimina
  12. Ma nell’universo berlusconiano – dove si comprano sentenze e si viene condannati per collusione con la mafia – questo sembra un fatto quasi irrelevante anche se, in realtà, è un esempio della distorsione totale della democrazia.

    RispondiElimina
  13. Io non sono italiana, ma vivo, lavoro e pago le tasse in Italia da piu di dieci anni e secondo me l'unico politico italiano che si merita rispetto, che puo fare veramente delle cose sensate e che in gamba e solo Berlusconi, purtroppo tanti italiani non se ne rendono conto...lasciate perdere queste SUPIDATE!!! Si vede che Berlusconi fa paura a troppi ignoranti...affamati di potere!
    p.s. premetto che questa è la mia oppinione personale....

    RispondiElimina
  14. L'immagine che la nostra povera Italia esporta all'estero ormai è pregiudicata. Speravo che almeno gli italiani all'estero, proprio per il fatto di avere un confronto diretto, capissero che il nostro problema (non l'unico ma sicuramente uno dei più importanti) sia quello di avere un presidente del consiglio mafioso, pedofilo e assetato di potere. Governare un paese vuol dire volere il bene per la gente che lo abita, non sfruttare le udienze parlamentari per tentare disperatamente di salvarsi dalle legittime accuse della magistratura ed arricchirsi alle spalle di tanti lavoratori.

    RispondiElimina
  15. Nella sinistra oramai si nota solo la prevalenza del cretino , ce ne rendiamo conto dai post sopra e dalla falsa morale e falsa cultura. La vedova di Terzani-giornalista tedesco, mai nessuno gli ha dato lavoro in Italia- esaltava a Repubblica TV il periodo pi� bello della loro vita: la permanenza in Cina sotto Mao e ne vantava i genocidi necessari per convertire decine di persone fedeli a Changciaitec o come si chiamava il predecessore di Mao, al comunismo. Ora, dice, sono tutti uguali e tutti americani la loro cultura � cessata. Ma scusate sinistri non era il sogno di Mao un popolo di eguali? Ora lo sono come allora, la differenza � che son ricchi invece che affamati e non pi� sottoposti a genocidi. Ma davvero la Terzani li preferiva allora? Cosa � questo se non follia della mente, dire "prevalenza del cretino" � un eufemismo. Intervista su media di un duro capitalista stramiliardario finto comunista, nota sempiterna strategia dei comunisti ricchi, ma chi crede di prendere per il c.lo? Certo solo i "prevalenti". E li avete visti i sindaci i presidenti di regione i politici di sx, quelli che predicano l'integrazione e l'accoglienza di immagritati clandestini compresi terroristi e delinquenti,tipo Camparino e D'Alema: "cosa volete che siano 15.000 clandestini,integriamoli tutti,ci servono, noi siamo di sinistra quindi culturalmente populisti buoni e insuperabili". Abbiamo visto cosa stanno facendo quando dalle parole si deve passare ai fatti. L'ipocrisia la malafede e l'imbroglio dei sinistri � pari solo a quello della santa chiesa, o no?
    Pit267

    RispondiElimina